La lezione di Joker e del Cavaliere oscuro

“Se introduci un po’ di anarchia… se stravolgi l’ordine prestabilito… tutto diventa improvvisamente caos. Io sono un agente del caos. E sai qual è il bello del caos? E’ equo!” 

Così Joker, in un passaggio chiave del riuscitissimo sequel di Batman Begins: il Cavaliere Oscuro.

2 h e 30′ di film tutte da gustare, in cui per una volta non sono solo gli effetti speciali a fare da protagonisti, ma accanto ai tanti colpi di scena entra in scena una lotta tra bene e male che è tutt’altro che scontata.  Joker non è il solito criminale. Non lo si può definire un matto di mente o un serial killer alla Hannibal, ma nemmeno il solito signore oscuro assetato di potere, potere e ancora più potere. 

In Joker ho visto il volto nuovo del male di oggi, che si insinua ora in maniera sottile, ora con azioni dirompenti, nelle coscienze e nella società, portando il disordine, lo scompiglio, il caos. Il male che mette in crisi un intero sistema di valori e che nel contempo lascia che siano gli altri ad uccidersi, che semina la zizzania per raccogliere il caos… un male che si compiace del tormento che invade il cuore di chi vorrebbe un mondo migliore… E così la genesi del terzo personaggio protagonista del film,  “Due facce” (Harvey Dent), è tutt’altro che banale e scontata: è lo specchio dell’uomo così consumato dalla voglia di fare il bene che alla fine ha in se stesso – e non nel mondo – il male più grande da combattere…

Infine, avete notato? Joker è il criminale con la faccia dipinta di bianco mentre Batman è l’eroe soprannominato Cavaliere oscuro. Luci e ombre si mischiano continuamente in un film che vale 10 volte il primo della saga e che, c’è da scommetterci, farà scuola. Difficilmente sarà ripetibile.

Voto: 9.

“Tu non riesci proprio a lasciarmi eh? Ecco cosa succede quando una forza irrefrenabile incontra un oggetto inamovibile, tu non mi uccidi per un mal riposto senso di superiorità e io non ti uccido perché sei troppo divertente… credo che io e te siamo destinati a scontrarci in eterno.” (Joker)

12 commenti su “La lezione di Joker e del Cavaliere oscuro

  1. Ciao Andre,
    buona estate con Batman. Finalmente un film decente, anzi più che decente. Condivido il tuo giudizio, anche se per me la tipa di Batman non vale molto e avrebbero potuto scegliere di molto meglio.
    Ho sentito che joker è morto subito dopo le riprese del film: che destino buffo non trovi? Resta in vita nel film e poi muore dopo…

    In gamba!
    Riky

  2. Carissimo Andrea è convincente la tua breve recensione e interessante. Credo proprio che andrò a vederlo anch’io questo film. Un caro abbraccio a te e agli amici del tuo blog.

  3. Complimenti scrivi molto bene; non volevo andare a vedere sto film, ma dopo questa tua recensione un pensierino ce lo fare ;)
    Saluti!

  4. Benvenuto no1globe, amico e blogger genovese, in questo blog! :-)

    Alla prossima e buona visione del Cavaliere Oscuro… son stato via due giorni con un caro amico che l’aveva visto e abbiam commentato il film in lungo e in largo, tirandoci fuori molte riflessioni costruttive. Spero possa essere così anche per te.

    Andrea

  5. Una bella recensione per un bel film…ho trovato il tuo blog cercando quelli che contenevano la recensione di questo film, dato che sono un appassionato di cinema e anche nel mio blog inserisco varie recensioni di film!
    Saluti
    Pier

  6. Pingback: Saghe a confronto: Signore degli Anelli, Eragon, Narnia, Riddick, Hellboy « L’universo in clessidra

  7. ciao Andrea, sn pienamente daccordo con te questo film è fantastico, mi sn dovuto prendere il dvd xkè dovevo pefforza rigustarmelo, approposito ragazzi dovete assolutamente vederl in inglese x rendervi conto della sublime performans(nn sò cm si scrive) di Heat Ledger. Xò
    (X ME) le uniche cose ke dovevano essere migliorate, sono 2:
    1) in effetti nolan poteva trovar 1a attrice 1 pò + carina di Maggie Gyllenhaal , nn ke nn sia stata brava ma neanke straordinaria.
    2)il 2° è la mancanza della bat-caverna, quì x me Nolan si è mangiato la possibilità di avere di nuovo l’oscar di miglior scenografia vinta,con batman begins, gli scenografi qui hanno sbagliato. La tetralità ha perso qualke punto , ma x tutto il resto è eccellente VOTO = 9=

  8. Pingback: Watchmen: tanto rumore per nulla « L’universo in clessidra

  9. Decisa e chiara la recensione che leggo di questo capolavoro.Chiedo il vostro aiuto per realizzare il Cosplay di Joker.Sono un “ragazzo” di 47 anni.Mi serve la camicia che è l’unico indumento che non riuscirei a reperire.Il resto potrei trovarlo e magari tingerlo a dovere.Chi vuole aiutarmi può scrivere a: daniele-jdd@hotmail.it
    Grazie

  10. Pingback: Il cavaliere oscuro – Il ritorno: Nolan stupisce ancora « L'universo in clessidra

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...