Film tratti da videogiochi: Prince of Persia meglio di Lara Croft

Non sono tantissimi, ma è un fenomeno in aumento. Parlo dei film tratti da videogiochi. Questa pagina di wikipedia (non so quanto affidabile) riporta un elenco che appare numeroso, ma a ben vedere una gran parte di questi film non è ancora uscita: è (o sarà) in produzione (leggo anche dei titoli in stand-by…). I più famosi si riducono ad una decina, non di più.

Oggi parliamo dell’ultimo della serie, Prince of Persia: Le sabbie del tempo (nelle sale cinematografiche in questi giorni).


 

Prince of Persia: Le sabbie del tempo (Prince of Persia: The Sands of Time)2010

Regia: Mike Newell

Casa di Produzione: Jerry Bruckheimer Films, Walt Disney Pictures

Con: Jake Gyllenhaal (Dastan),  Gemma Arterton (Tamina), Alfred Molina (Sceicco Amar), Ben Kingsley (Nizam)

VOTO: 7

Se Lara Croft pareva davvero uscita dagli schermi di un PC, se la sue avventure (ricordo, ben 2 film, nel 2001 e nel 2003) non avevano nulla di eccitante ed erano assai scontate (un bel 5 di voto ad entrambi i film), Prince of Persia ci offre una storia un po’ più vibrante e palpitante. Certo, le scene dei combattimenti con spade lame e coltelli sanno davvero di personaggio da videogioco, ma la trama è decisamente più intrigante. Bella la resa dell’uso del pugnale incantato allorché venga attivata la sabbia del tempo, mentre il finale avrebbe forse meritato qualche dettaglio in più (perché lo zio di Dastan scende nella clessidra da solo? E soprattutto, ora che è diventato lui il sovrano a seguito delle varie morti, perché vuole ancora cambiare il corso degli eventi passati?).

Complessivamente promosso. Attendiamo fiduciosi il prossimo episodio.

«Molti pensano che il tempo sia come un fiume che scorre lento in un’unica direzione. Ma io che l’ho visto da vicino, posso assicurarti che si sbagliano. Il tempo è un mare in tempesta. Forse ti chiederai chi sono e perché io parli così. Siediti, e ti racconterò la storia più incredibile che tu abbia mai sentito…»
(Principe Dastan)

 

Advertisements

4 commenti su “Film tratti da videogiochi: Prince of Persia meglio di Lara Croft

  1. Domanda per Andrea:
    hai mai giocato ad un episodio di Prince of Persia?

    Io si, praticamente a tutti, e dopo aver visto ho solo un paio di cose da dire:
    la produzione è eccezionale (sono i signori che hanno prodotto anche Pirati dei Caraibi, santo cielo. Effetti speciali meravigliosi e panorami mozzafiato)

    A parte il personaggio di Molina, che è una vera sagoma, gli altri invece hanno uno spessore veramente irrisorio.
    Il principe, la principessa, fratelli e zii, decisamente tutto troppo confuso e poco nitido, come del resto le inquadrature e il montaggio del film, che in alcune scene a mio parere rasenta quaasi l’amatoriale (sequenza nel deserto con un fantastico controluce incontrollato – yay!)

    Il parkour, che doveva essere lo stile di combattimento principale del nostro buon Dastan, alla fine si limita a qualche scenetta in cui le acrobazie più interessanti si sprecano in momenti decisamente inopportuni (salto mortale carpiato per scendere da un terrazzo alla finestra che sta un metro sotto?!?).

    Insomma, il regista e gli sceneggiatori mi hanno deluso profondamente, Gyllenhaal mi è sembrato abbastanza sottotono rispetto al personaggio (un vero peccato), e anche il montaggio non mi è parso così accurato, come le musiche, decisamente poco incisive.
    Un applauso fragoroso invece al reparto costumi ed effetti speciali, che secondo me hanno fatto veramente la fortuna del film. L’unica, forse.

    :)

  2. @ Damiano:
    giocai ai primi “storici”. Quelli con i soffitti traballanti, le pozioni, i teschi che risuscitavano e le porte da aprire con appositi pulsanti… stile labirinto. Degli ultimi (grafica ed effetti completamente differenti, anche la tipologia di gioco si è evoluta) ho visto qualcosa solo da amici che li stavano testando.

    Grazie per la tua attenta analisi e al prossimo contributo!
    PS: su Lara Croft condividi invece il giudizio negativo della maggior parte della critica?

  3. Damiano è uno che se ne intende :)
    io che non ho giocato ma ho visto il film condivido l’eccesso nel salto mortale temperatura ambiente con pesce rosso (Damiano non ha solo citato i rumorini di sottofondo stile matrix tipici dei videogiochi).
    sul finale anche a me è parso buttato lì per chiudere.. me lo aspettavo diverso.
    Ho notato che la principessa appena incontra D. lo saluta pronunciando il suo nome, pensavo fosse un effetto del suo utilizzo del pugnale (che avrebbe sciolto la fine) ma così non è stato (forse anche perchè avrebbe significato che l’episodio si ripeteva in eterno).
    dai..
    una storiellina romantica non troppo impegnativa!
    ha accontentanto donne (per gli attori carini)
    e uomini per le scene di battaglia

    a me resterà in mente per la corsa agli struzzi!
    mai vista! ;)

  4. Pingback: Notizie dai blog su 'Prince of Persia' delude anche nel secondo week-end

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...