Aperta la Biblioteca delle ricerche!

ricerche intestazione

Kaboom! Finalmente è disponibile la pagina dedicata alle migliori ricerche di Storia della Matematica raccolte nel corso degli ultimi 4 anni nella scuola dove attualmente insegno (l’Istituto Santa Maria Immacolata di Via Semeria in Genova).

Sono già 65, un discreto numero. Suddivise per argomenti e tutte visionabili in pdf.

E ora… spero che la biblioteca vada ad arricchirsi ancora di più. Ma la palla del gioco ritorna subito a loro, gli studenti che ambiscono a essere dei validi storici della matematica oltre che dei bravi solutori, logici, algebrici, statistici e intuitivi pieni di idee geniali…!

Buona consultazione!

Andrea prof. Macco

tree-library

La ricompensa del Matematico (ossia: il potere delle potenze!)

scacchiera a corte

Grande o trascurabile la ricompensa che spetta al Matematico?

Grande o trascurabile la ricompensa che spetta al Matematico?

Ho presentato ai miei studenti l’aneddoto di storia della matematica (una storia che si confonde più che altro con racconti orali e leggende, ma qui poco importa) secondo cui un sovrano indiano volle un giorno ricompensare un suo Matematico per i servigi che aveva reso alla sua popolazione con le sue scoperte e le sue innovazioni.

La matematica indiana, infatti, è alla base della matematica araba la quale, come è noto, è il fondamento del nostro attuale sistema di numerazione (dalle cifre arabe, al concetto di algoritmo).

Ebbene, facendo un po’ di ricerche in internet si ritrovano varie versione dell’aneddoto sopra citato. Ne riporto una delle tante, lasciando il finale sotto forma di domanda (che possiamo poi commentare nei commenti insieme a possibili risposte). Agli studenti l’aneddoto è piaciuto molto e devo dire che la loro risposta è stata molto arguta anche se non tutti concordavano sul possibile finale…

 

il re congeda il matematicoNarra la leggenda che un monarca indiano invitò un giorno  il saggio matematico a scegliere la propria ricompensa per i servigi prestati, ma di farlo esprimendo la richiesta in maniera matematica e lui l’avrebbe esaudito.

Il matematico allora  chiese un certo quantitativo di grano (altri dicono di pietre preziose) da disporre secondo un certo schema sulla scacchiera 8×8: la prima casella doveva contenere un solo granello, la seconda casella doveva contenerne due, la terza quattro, la quarta otto, e così via.

Il monarca a quella richiesta fece una risata e disse: Ti accontenti di così poco? E ordinò ai suoi servitori di dare subito quanto dovuto al Matematico e di congedarlo… 

Il re aveva ragione di deridere il matematico?  E cosa fecero i servitori? 

scacchiera incognita