Chi aveva ragione sui neutrini?

Cari amici, lettori e compagni di pianerottolo,

ricordate che avevamo espresso a proposito della eclatante, mirabolante, sensazionale scoperta secondo cui i neutrini andrebbero a velocità maggiore di quella della luce?

Lo ricordate? Se non lo ricordate basta che leggiate QUESTO POST del 12 Ottobre 2011.

Se lo ricordavate buon per voi, perchè ora la posizione degli scettici (additati come conservatori miopi e incapaci di accettare le nuove scoperte scientifiche e di non voler dar spazio a nuove teorie… nonchè stoltamente critici di chi aveva già capito tutto e dava la spiegazione certa e sicura di questo nuovo fatto… ) torna straordinariamente di attualità. INFATTI ecco QUI un articolo che ridimensiona nettamente la scoperta e che anzi, la mette addirittura in forte e serio dubbio!

Chi difende ora le asinate sparate nel trimestre ottobre-dicembre 2011?

Neutrini: asinate alla velocità della luce?

Faccio seguito al post precedente sulla scoperta riguardante i neutrini per aprire una ulteriore riflessione, riguardante le asinate che sono state sparate in merito a questa dibattuta scoperta. E non parlo solo del tunnel sotto l’Italia di fonti Ministeriali (!), ma bensì del parere che alcuni uomini che dovrebbero essere di cultura scientifica hanno manifestato in merito. Mi spiace che tra questi ci sia nuovamente Piergiorgio Odifreddi, sembra che su questo blog si prenda di mira lui in particolare (in realtà se ben guardate non è il solo). Ma se forse il prof evitasse di mettersi così sul piedistallo eviterebbe anche tutte queste segnalazioni. Infatti – questa volta come in passato – mi limito a dare voce alle numerose segnalazioni che mi sono giunte. Ci sono anche dei commenti in coda di moderazione e questo perchè le segnalazioni devono sempre essere nel rispetto delle persone. Così come ho bloccato il sig. Castelli a seguito delle sua insistenza a contestare con argomentazioni già trattate e dibattute ampiamente l’Asino d’oro 2009 ad Odifreddi, allo stesso modo blocco chi usa gli stessi metodi dalla parte opposta e rivolge insulti al “partito di Odifreddi” (quale sia poi non si sa) senza entrare nel merito scientifico.

Ciò premesso, ecco le segnalazioni:

QUANDO GLI ASINI VOLANO PIU’ VELOCI DELLA LUCE – di Francesco Santoni

Commento 1  –  Commento 2  di Paolo Malberti

Ricordo altresì che Odifreddi è ormai fuori da ogni concorso per attribuzione di Asini d’oro (ne ha già vinti due), tuttavia il dibattito è qui sempre aperto e commenti che rispettino le regole di questo pianerottolo (si veda quanto scritto sopra nel cappello introduttivo) sono benvenuti.

L'Asino d'oro 2010 non è stato assegnato. Con Odifreddi fuori dal concorso, a chi andrà l'edizione 2011?

Neutrini, queste bizzarre particelle

Da più voci mi viene chiesto di commentare la notizia relativa all’esperimento messo a punto dal CERN di Ginevra con cui sembrerebbe che i neutrini abbiano superato la velocità della luce (QUI la notizia dal Corriere della Sera corredata anche di alcuni video esplicativi; QUI il paper ufficiale che descrive accuratamente l’esperimento).

Il mio modestissimo e  molto poco autorevole commento:

La misura è cosi “complicata” che potrebbe davvero essere affetta da errori. E comunque è un risultato che riguarda delle particelle che già di per se’ violano le normali leggi della Fisica fino ad oggi conosciute (i neutrini sono di tre famiglie, e inspiegabilmente un membro di una famiglia può “trasformarsi” in uno di un’altra. Questo fatto è chiamato “oscillazione” ed era il motivo per cui è stato fatto questo esperimento, da cui ora è nato questo altro bizzarro risultato).

Che per i neutrini possa valere un qualche tipo di fenomeno che fino ad oggi le Leggi della Fisica non hanno spiegato era già risaputo (o comunque dato come altamente probabile), che questa cosa riguardi anche le fluttuazioni della velocità di gruppo è da vedere. Potrebbe anche trattarsi di un effetto che combina la velocità di fase (immaginate un’onda e le sue creste. Queste all’interno dell’onda possono muoversi con una velocità superiore a quella della luce – fatto già noto da tempo-  ma complessivamente l’onda si muove sempre a velocità inferiore) con quella di gruppo del treno di neutrini (infatti non si tratta di un singolo neutrino, ma sempre di fasci, cioè gruppi, cioè “onde” di particelle.

IN DEFINITIVA: i fattori da considerare sono così tanti che prima è necessaria una conferma indipendente da altri laboratori, quindi uno studio attendo di queste singolari particelle.

 Io a mettere in subbuglio tutta la Fisica fin’ora nota ci andrei coi piedi di piombo…

Einstein - secondo alcuni la scoperta fatta al CERN sui neutrini metterebbe in dubbio tutta la sua Teoria