TANTI LE ODIANO, NESSUNO LE FERMA: parliamo delle odiose vuvuzelas

Sud Africa 2010: vuvuzelas, vuvuzelas e ancora vuvuzelas.

Le vedete? Sembrano innocue, pure simpatiche qui nella foto. Ma invece saranno il vostro nemico n. 1 di questi mondiali che, c’è da scommetterci, saranno ricordati per essere i mondiali dell’odiosissimo frastuono peggio di un ronzare d’api chiamato vuvuzelas.

  Continua a leggere

Inizia l’avventura del Mondiale nel “nuovo mondo”: l’Africa

Avventura nel nuovo mondo. Non l’America, non le Indie. Ma l’Africa. È il primo mondiale nel Continente più antico, quello dove nacque la vita. Sorprendente che la storia del calcio internazionale lo avesse snobbato per così tanto tempo, un continente povero ma ricco al contempo, povero economicamente, ma ricco di emozioni, di colori, e, soprattutto di gioia. C’è chi addirittura soffre di mal d’Africa e chissà che non venga anche a qualche giocatore delle nazionali più quotate e che allora non si ripeta anche in futuro l’esperimento.

Insomma, prima le Olimpiadi in quel di Pechino, poi il Mundial sudafricano: lo sport si affaccia verso antichi nuovi mondi per regalarci emozioni nuove e crescenti. Chi vincerà? Spero chi giocherà il calcio più bello. In fondo il Mondiale è seguito anche da chi, di calcio, se ne intende poco: c’è la voglia di un gustoso spettacolo. Africa, non deluderci: il Campionato Mondiale è iniziato!

Andrea Macco