Infinito (e dintorni meno infiniti ma più familiari)

Vorrei pubblicamente ringraziare Giuseppe, compagno di pianerottolo che in questi ultimi mesi ha animato le discussioni su queste pagine più di chiunque altro in un periodo di molta calma e di poca e limitata attività da parte del sottoscritto.

Giuseppe ogni tanto rispolvera vecchi post, apre ripostigli e armadi che sembravano ormai contenere solo abiti fuori moda (in un blog un post che esce dalla home diviene tale… così vogliono le dure regole degli internauti!) e li rende nuovamente vivi, e sempre con pensieri mai banali e che meritano davvero di essere visti.

Segnalo in particolare la discussione in merito al concetto, tanto antico quanto sempre nuovo, di INFINITO, che è stato toccato in questo post: il-fisico-e-un-grande-giocatore-di-scacchi-che-non-conosce-ancora-le-mosse.

Grazie Giuseppe, e grazie a tutti quei lettori (sempre tanti, sempre intorno ai 110-130 al giorno) che anche in silenzio tornano qui per vedere che succede e non abbandonano l’Universo in Clessidra allo scorrere lento e inesorabili degli ultimi granelli di una clessidra che potrebbe sembrare vuota ma che continua, infinitamente (?!), a scandire il tempo…

Andrea

600 strette di mano con i visitatori di pianerottolo

Sono giunti a 600 i commenti approvati e pubblicati dal blog.

600 strette di mano, 600 dialoghi piccoli o più approfonditi, 600 saluti.

Di questi 600 tanti son lettori silenziosi che solo saltuariamente si son fatti sentire. A volte visitatori di passaggio. I 25 fedeli lettori di manzoniana memoria sono sicuramente meno.

Ma che tu sia tra quelli o questi non importa, che tu abbia portato solo un granello o una manciata pigiata e sostanziosa non importa: la clessidra del blog è fatta di sabbia con un cuore e anche se di tanti non conosciamo né il volto, né la voce, sappiamo che dietro il loro commento c’è sempre un vissuto e un cuore che batte. E’ questo che rende prezioso ognuno di questi 600 messaggi in bottiglia.

Andrea Macco

messaggio bottiglia

La clessidra dà il “via”

In concomitanza con l’apertura degli Europei di Calcio (Forza Italia di Cassano & Compagni! ), riparte il blog. Dopo circa 6 mesi di chiusura (forzata), nei quali ho comunque usato qualche ritaglio di tempo per allestire queste pagine, finalmente ecco il taglio del nastro.

Vorrei ringraziare quegli amici che hanno sollecitato la ri-apertura del blog, sentendone la mancanza, quasi più di me. Tra questi anche diversi che sono amici-naviganti, persone di cui ho fatto la conoscenza proprio grazie alle pagine del vecchio blog e che son rimasti in contatto anche dopo la repentina e improvvisa chiusura del vecchio blog.

Trovate una veste molto differente dal vecchio Universo di Feynman. Di esso ho conservato qualche memoria nella pagina STORIA DEL BLOG a cui potete accedere dal menu in alto. Le novità non si limitano tuttavia alla sola parte grafica. La principale riguarda i commenti: grazie a wordpress saranno moderati, potranno essere ri-editati dal sottoscritto e non verranno accettati se anonimi. Chi ha orecchi per intendere intenda…  I contenuti saranno da un lato sul filo della continuità col passato, dall’altro vedrete  presto qualche novità… Non mancate!

Un due tre… il fischietto trilla, la clessidra ruota e lo spettacolo del calcio, del blog, della vita riparte

Andrea Macco

La Clessidra del Blog riparte