Ostium non Hostium

Epigrafe di Salita a Porta Chiappe – Genova – Foto A.Macco

«Ostium non Hostium» Il significato è questo: 

Entrata non dei nemici, (quindi entrino gli amici).

Questa epigrafe benaugurale ricorre su diversi frontoni o architravi posti all’entrata di case, ville, antiche abitazioni.

Ve ne è uno, corroso dal tempo, anche dietro casa mia, a Genova (foto qua sopra).

Domano ai lettori se abbiano mai notato simili o altre epigrafi.

 

Segnalazioni dei lettori:

“Ostium non hostium – 1793” – PORTONE IN UNA VECCHIA CASA IN ISTRIA. Foto Federico Rufolo (vedere commenti).

SANTARCANGELO DI ROMAGNA, CENTRO STORICO PALAZZO DOCCI ANNO 1639. - Foto di Ciro Foster.

SANTARCANGELO DI ROMAGNA, CENTRO STORICO PALAZZO DOCCI, ANNO 1639. – Foto di Ciro Foster (vedere commenti). 

 

Vivere la Settimana Santa

FARE PASQUA!

Non è sufficiente meditarla, fosse anche con un animo trepido e commosso, occorre riviverla e riprodurla. Le feste liturgiche non sono semplice commemorazione: ma presentano motivi di imitabilità.

Col Cristo occorre morire, in Cristo occorre risorgere.

La Sua morte è redentrice, la Sua risurrezione è la prima di molte.

Anche per noi verrà: nel “Giorno – il “Suo” – in cui tutte le cose fioriranno”.

La Pasqua è per ciascuno di noi una scelta: o accettiamo il Cristo risorto, e perciò Dio vincitore e liberatore, o siamo perduti con i nostri peccati.

È scelta tra la morte e l’eterno, tra l’infinito e il nulla.

Fare Pasqua diviene dramma interiore, di noi con noi stessi: e per uscirne occorre la fede, che supera ogni limite umano.

Mons. Andrea Ghetti, detto “Baden”

Con le parole di un grande Assistente Scout (nonchè una delle Aquile Randagie durante il periodo di clandestinità dello Scautismo) di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita, BUONA SETTIMANA SANTA A TUTTI I CERCATORI DI DIO E A TUTTI I COMPAGNI DI PIANEROTTOLO E VISITATORI DI QUESTO BLOG!