Speranza e Ottimismo sono la stessa cosa?

Proseguendo nelle pulizie (si veda post precedente), ho trovato in un cassetto di casa un articolo un po’ ingiallito ma veramente bello. La firma è quella di Francesco Alberoni: si tratta di un pezzo ritagliato dal Corriere della Sera del 9 Aprile  2001. Una riflessione su Ottimismo e Speranza che assume un carattere universale e che resta di estrema attualità.

Buona lettura!

La speranza è la virtù dei forti, più dell’ ottimismo

 di FRANCESCO ALBERONI
Molti mi domandano che differenza ci sia fra speranza e ottimismo. Chi è ottimista non spera in un risultato positivo? Certo. Eppure, una differenza esiste. Provate a immaginare di tornare indietro nel tempo, a circa cinquemila anni fa, quando il faraone Cheope costruì la prima e la più grande delle piramidi.

L’ Egitto era stato unificato da poco, non era ancora ricchissimo. Costruendo la grande piramide, cosa ha fatto il faraone? Ha dato a tutti coloro che abitavano e avrebbero abitato le rive del Nilo un modello sovrumano di grandezza, ha indicato loro un destino immortale. L’ immensa piramide annunciava una civiltà che doveva sbocciare, era una strada lanciata verso il futuro. Questa è la speranza. Se il sovrano fosse stato solo ottimista avrebbe guardato con fiducia la costruzione dei canali d’ irrigazione, o al successo della guerra contro i nubiani.

Ma come può l’ ottimismo far vedere, presentire il destino di un popolo, il suo compito storico? Un’ altra differenza fra l’ ottimismo e la speranza è questa: l’ ottimismo ha una meta, la speranza va al di là della meta.

Gli ebrei che, dopo la caduta di Gerusalemme, si erano asserragliati nella fortezza di Masada, sapevano che la guerra era perduta. Hanno resistito fino a quando si sono accorti che le macchine da guerra romane stavano per espugnare la rocca. Allora si sono tutti uccisi. Di certo non erano ottimisti. Ma erano mossi dalla speranza che il loro sacrificio sarebbe stato ben accetto a Dio e che il loro esempio avrebbe dato forza al loro popolo. Lo stesso i cristiani durante le persecuzioni che, per secoli, si sono abbattute su di loro. Non erano certo ottimisti. Ma operavano nella speranza di preparare l’ avvento del regno di Dio, cioè la pace e l’ amore sulla Terra. E troviamo identici esempi anche fra persone non religiose, che sono morte per un ideale, nella speranza che, un giorno, si sarebbe affermato.

In sostanza, l’ottimismo è un atteggiamento, una disposizione d’ animo. Corrisponde a quello che gli americani chiamano il «pensare positivo», certamente una qualità importante. Ma la speranza è una virtù centrale della vita. E tale è stata considerata nel corso della storia.

Quando Alessandro Magno partì alla conquista dell’ Asia donò tutte le sue ricchezze agli amici. Uno di questi, Perdicca, stupito, gli domandò se non avesse conservato proprio nulla per sé. «Certo – rispose Alessandro – ho conservato la Speranza» . E Perdicca, restituendo i doni ricevuti, aggiunse: «Allora lascia che anche noi, che veniamo a combattere con te, condividiamo la Speranza». I Padri della Chiesa hanno posto la speranza fra le virtù supreme, teologali, insieme con la fede e la carità. E il grande filosofo marxista Ernst Bloch nella sua opera, Il principio speranza, ne ha fatto il motore dello sforzo umano per il miglioramento di noi stessi e del mondo.

Io ho voluto ridare alla parola speranza il suo significato di spinta positiva volta a realizzare il futuro. Di energia interiore, slancio vitale che non si fa abbattere dalle difficoltà. Di forza che ci sostiene nella vita quotidiana. Di virtù che si appoggia su altre virtù come l’entusiasmo, l’umiltà, la sincerità, l’imparzialità, la giustizia, la capacità di affrontare i problemi, il coraggio di guardare lontano e di scongiurare, per tempo, i pericoli che ci minacciano come individui e che incombono sulla nostra civiltà e sul nostro pianeta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...