“Dio ci guarda, ma noi non lo capiamo”

Parlerò la prossima settimana della mia esperienza a Milano 3 e del Master molto bello che lì ho seguito. Parlerò la prossima settimana dell’ottimismo e del pensare in positivo. Parlerò la prossima settimana della voglia di successo che spinge l’uomo. Parlerò la prossima settimana.

In questi giorni taccio.

Dinanzi al Dio nudo, osteso, innalzato, donato.

Dinanzi all’uomo rimasto nudo di ogni cosa, senza casa, la sua sofferenza innalzata, senza più nulla da donare se non il proprio dramma.

Dio e l’uomo. L’uomo e Dio. Dio ci guarda – ha detto Alda Merini nel suo intervento sul terremoto in Abruzzo al Chiambretti Night di ieri sera – ma noi non lo capiamo.

Riporto di seguito le parole di  questa famosa donna “abbastanza credente” (così si è definita) che cerca lo sguardo di Dio.
Sono per chi se le volesse gustare nel silenzio che avvolge questi giorni.

Andrea

“La natura sarà arrabbiata con noi. Dio è con noi anche nel dolore, ma noi non possiamo capirlo. Noi non abbiamo gli strumenti per capire la volontà di Dio. Anch’io sono stata ‘terremotata’ da un manicomio all’altro. Ognuno di noi ha avuto le sue scosse, però è nel momento del dolore che bisogna stringere i denti. Noi adesso partecipiamo a questa tragedia italiana, però non fermiamoci al dolore. Stringiamo i denti e andiamo avanti. Dio guarda tutti, ci vede, guarda i terremotati, vede gli infelici e non abbandona il mondo. Io sono sicura. E uno dei mezzi perché Dio ci ascolti è proprio la poesia, la preghiera, il canto. Anche nel dolore bisogna saper vincere. In questi momenti di tragedia la forza del poeta può aiutare: lui che ha subito, che ha saputo magnificare il dolore credo che serva da esempio per chi è colpito. La mia ignoranza di poeta e di donna non capisce il male. Mi rifiuto. Il silenzio non deve essere un silenzio mortale, ma di rinascita; un silenzio di compassione, ma non di sconvolgimento totale. Guai se si perde la speranza nella nostra forza”. 

(Alda Merini – Chiambretti Night  Italia 1, 9 Aprile 2009)

 

Advertisements

4 commenti su ““Dio ci guarda, ma noi non lo capiamo”

  1. questa riflessione mi lascia sgomenta,ma la condivido. Tutto si supera con la preghiera.
    E’ la preghiera che salva il mondo!!!

  2. Benvenuta Liliana sul blog!
    Spero qui potrai sentirti di casa e di poterti leggere anche in post più recenti per condividere anche con altri lettori qualche granello del cammino della fede e della vita.
    Andrea

  3. CARO, RIBADISCO IL MIO ASSENSO PER CIO’ CHE CI FATE DONO DI LEGGERE E QUINDI DI RIFLETTERE, MEDITARE, COMPRENDERE, OSSERVARE E AMMIRARE IL MONDO IN UN’OTTICA NUOVA, CON UNA CHIAVE DIVERSA… TUTTO QUESTO FA CRESCERE, FA CAMBIARE, IN POSITIVO, I PUNTI INTERIORI E ALLORA TROVI I SENTIERI DELLA VERITA’.SONO DESIDEROSA DI DI OGNI GRANELLO DEL CAMMINO DELLA FEDE E DELLA VITA.
    GRAZIE ANDREA!!!
    UNITI NELLA SPERANZA VI ABBRACCIO TUTTI
    LILIANA TADDEO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...