Il mistero del Kenya

Apprendo oggi del rapimento di due sorelle missionarie in Africa. La notizia passerebbe quasi in secondo piano nel mio cuore (tiepido cuore… ) se non fosse che le due sorelle sono di Cuneo, appartenenti alla Comunità di Padre Andrea Gasparino, il Centro Contemplativo e Missionario Charles De Foucauld cui sono particolarmente legato per mille e più motivi, tra cui la presenza degli amici più cari che ho.
 
Inutile dire che la mia preghiera e il mio cuore sono con loro.
 

Il luogo del rapimento è El Wak, non lontano da Mandera (più a sud), al confine con la Somalia

Il luogo del rapimento è El Wak, non lontano da Mandera (più a sud), al confine con la Somalia

Come ha spiegato oggi alle TV P.Pino –  il successore di P. Andrea Gasparino (ancora vivo ma malato di cuore) –  il rapimento resta un mistero. La zona è una zona “calda”, al confine tra Somalia e Kenya. Tuttavia le sorelle di Cuneo hanno sempre segnato il loro servizio con lo stile del silenzio, dell’umiltà, dello stare in mezzo ai poveri più che dal predicare, perchè la prima grande predica è proprio quella della carità spezzata ai poveri.

 
Mentre le autorità civili indagano, la Chiesa tutta, a partire dal Santo Padre, hanno esortato tutti alla preghiera.
 
Di seguito pubblico l’email che Padre Pino ha mandato a tutti gli amici della Comunità.
 
Andrea
 

Carissimi,

stavo per preparare un messaggio per l’adorazione della prossima terza domenica di novembre e invece vi raggiungo a nome della Comunità per chiedervi di unirvi a noi per un’intensa preghiera in questa dolorosa vicenda che ci tocca sul vivo. Tanti di voi conoscono di persona Rinuccia e Maria Teresa. Ma tutti, siamo sicuri partecipate con tutto il cuore alla nostra preoccupazione.

Abbiamo messo alcune notizie essenziali (quelle che abbiamo in questo momento) sul sito: www.centromissionario.org . Potete vederle.

Ringraziamo tutti quelli che ci hanno già scritto o telefonato.

La fiducia nel Signore è la nostra unica forza in questo momento.

GRAZIE, GRAZIE della vostra preghiera e vicinanza.

A nome della Comunità

Don Pino

P.S.

Chiediamo per favore di non telefonare, perché abbiamo il telefono sovraccarico… vi terremo informati appena avremo nuove notizie